grissini-ricetta-infallibile-originale

Una ricetta da “piccolo principe” per uno dei pani più famosi dell’antica tradizione Sabauda

Dire grissino è come dire Torino. La nascita di questo pane tradizionale è parte della storia Sabauda: la storia racconta infatti che Antonio Brunero, fornaio della corte, ideò il grissino su indicazione del medico reale per poter far mangiare il piccolo Vittorio Amedeo II nel 1679. Il futuro re infatti, di salute cagionevole, non digeriva la mollica del pane normale. Il fornaio allora si ingegnò inventandone un tipo che non prevedesse la mollica: ecco l’origine del grissino!


La preparazione dei grissini non è facile, originariamente erano previste ben quattro figure professionali addette alla realizzazione:
lo Stiror era colui che stirava l’impasto
il Tajor era invece colui che dopo la manipolazione del primo tagliava la pasta in pezzi di circa 3 centimetri
il Coureur era invece la persona che deponeva su una paletta strettissima e lunga (anche 4 metri) due bastoncini e poi la introduceva nel forno alla piemontese
il Gavor a cui spettava il compito di estrarre i bastoni dal forno e di spezzarli in due.
(fonte https://www.guidatorino.com/)

Di seguito vi presentiamo una ricetta infallibile che vi consentirà di realizzare deliziosi grissini, come da tradizione piemontese oppure arricchiti con semi, spezie, erbe officinali.

INGREDIENTI
1 kg di farina tipo 0 – 200w – 220w
0.6 litri di acqua
12 gr di sale
10 gr di malto
60 gr di strutto
50 gr di lievito
30 gr di olio extra vergine di oliva


LAVORAZIONE
Impastare per 13 minuti tutti gli ingredienti, tranne il sale.
Aggiungere il sale dopo 5 minuti dall’inizio dell’impasto;
fare a mano dei filoni di 20 cm di larghezza, posarli in una tavola
unta di olio extra vergine di oliva (o infarinata) e ungerli per bene sempre con olio
extra vergine.
Lasciar lievitare per 25-30 minuti circa, tagliare il filone a pezzi di 50-60 grammi, stirarli
manualmente e arrotolarli a piacere nei vari semi (finocchio, sesamo, papavero, rosmarino); quindi,
stenderli sulle teglie.
COTTURA
Infornare in forno per 13-15 minuti ad una temperatura di 225° – 230° C.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *